2. Utilizzo di un esercizio nuovo e fantastico…solo perché è un esercizio nuovo e fantastico

2. Utilizzo di un esercizio nuovo e fantastico…solo perché è un esercizio nuovo e fantastico

Un approccio alla formazione più ponderato e sofisticato implica l’apprendimento della personalità di ciascun cliente e la conoscenza di chi trae vantaggio dal rumore, chi no e tutti coloro che si trovano in mezzo. Potresti anche semplicemente chiedere a un cliente come puoi fornire incoraggiamento e motivazione al meglio invece di presumere che ciò si ottenga al meglio parlando a voce alta. Se tutto ciò che porti è la tua personalità predefinita, allora tutto ciò che hai è un unico strumento in un mondo che ne ha bisogno.

Peter Twist, presidente di Twist Conditioning, richiede a formatori e allenatori di utilizzare un coaching attivo anziché passivo. Egli lo descrive come segue: “Il coaching inattivo o passivo include sedersi (bassa energia/interesse/attenzione), stare in piedi con le braccia incrociate (disinteressato/scollegato); controllare gli smartphone (irrispettoso, sfocato); mangiare cibo; e ritornare troppo spesso al solo conteggio delle ripetizioni e del rah-rahing. Con il coaching attivo, gli appunti sono inattivi, siamo in piedi, visivamente consapevoli, con la testa su una girella e [e offriamo] istruzioni volutamente sequenziali che guidano il movimento, dalla A alla Z, [durante] ogni ripetizione.

2. Utilizzo di un esercizio nuovo e fantastico…solo perché è un esercizio nuovo e fantastico

Ogni vero professionista ha una solida ragione per tutto ciò che fa. Recentemente, ho visto un allenatore sottoporre un cliente a un esercizio in cui ti accovacci stando in piedi con entrambi i piedi su una palla medica. Per la stragrande maggioranza della popolazione, questa è una cattiva scelta di esercizio. Per quella persona che potrebbe aver bisogno di farlo in un circo, forse va bene. Per tutti gli altri, non c’è niente di intelligente in quell’esercizio. I piedi che girano aggressivamente verso l’esterno, le ginocchia che si piegano così tanto che le gambe sembrano un diamante, per non parlare del rischio intrinseco che comporta se l’equilibrio non viene mantenuto, tutto questo rende questo esercizio una scelta poco saggia. I formatori, naturalmente, spesso vogliono condividere nuovi esercizi che apprendiamo o che creiamo. Tuttavia, la novità per amore della novità o semplicemente perché è un esercizio “killer” non è professionale nella migliore delle ipotesi e potenzialmente dannosa nella peggiore delle ipotesi.

L’esercizio utilizzato in questo esempio è solo l’esempio più recente di una tendenza in corso a cui ho assistito. Fraser Quelch, direttore dell’istruzione per TRX, una volta mi ha detto che quando era un allenatore in un club, lo staff aveva una regola che in qualsiasi momento durante una sessione, un altro allenatore poteva passare e sussurrare “Perché?” nell’orecchio di un trainer quando si fa un esercizio con un cliente. Più tardi, l’allenatore che ha guidato l’esercizio ha dovuto dire all’allenatore che ha chiesto “perché” quale fosse la logica di quell’esercizio. Questo sviluppa un senso di premura e responsabilità per la scelta dell’esercizio. Comportati come se qualcuno potesse sussurrarti “perché” all’orecchio in qualsiasi momento e avere una ragione collegata direttamente agli obiettivi di un cliente per ogni esercizio che scegli.

3. Intensificazione prematura

Nel tentativo di giustificare la spesa e l’investimento che un cliente ha fatto nella formazione, alcuni trainer si assicurano di fornire un duro allenamento alla prima sessione, soprattutto se lo fanno come parte di una sessione introduttiva gratuita che un nuovo membro riceve come parte della sua appartenenza. L’intensità senza intelligenza è una ricetta per il fallimento a breve termine di un cliente e per la mancanza di credibilità a lungo termine nel nostro settore. Non puoi spingere forte qualcuno finché non sai cosa è difficile per quella persona, e nessuno può saperlo pochi minuti dopo aver incontrato qualcuno o anche in una prima sessione. Ancora più importante, a meno che tu non conosca la capacità di movimento generale di un individuo, è impossibile per te scegliere i movimenti corretti alla corretta intensità. Può essere allettante spingere qualcuno subito perché spesso fa parte di ciò che vogliono in un trainer, ma lasciare che l’insicurezza professionale ti permetta di affrettarti a farlo invece di rispettare il viaggio fisico del cliente che li ha portati a te in quel momento può ritorcersi contro. Non solo c’è un ovvio potenziale di infortunio, c’è anche il potenziale a lungo termine che si sviluppino percezioni negative nel cliente sull’esercizio in generale e sui personal trainer in particolare.

Chris McGrath, un consulente ACE e proprietario di Movement First, ha una spiegazione formidabile di questo e un’ottima soluzione. “Introdurre un esercizio avanzato, sia in termini di intensità che di esigenze dinamiche, nella sua versione di punta è un modo sicuro per spaventare molti clienti”, spiega McGrath. “Non solo questo può essere fisicamente dannoso per i clienti, ma può essere molto dannoso per il proprio ego, allontanarli da te e, peggio ancora, allontanarli dall’esercizio per sempre”.

Invece, McGrath ti consiglia di “imparare a “costruire” i tuoi esercizi, specialmente quelli più dinamici. Ad esempio, prima di allenare un principiante con una Physio-ball-Single Arm-Dumbbell-Chest Press, assicurati che il cliente possa eseguire un Ball Bridge. Quindi assicurati che possano eseguire correttamente una pressa con manubri a due braccia in un ambiente stabile (distensione su panca). Forse allora saranno preparati per eseguire esercizi di livello più avanzato”.

4. Mentire ai clienti per farli lavorare di più

“Dammi solo un altro… ora un altro… ora un altro.” Uno dei preferiti dei formatori televisivi, l’uso ripetuto di affermazioni “ONE MORE” è mentire ai clienti ed erode la fiducia anche se lo facciamo nell’interesse di far lavorare le persone più di quanto ritengano possibile. Il fine non giustifica i mezzi. Sii onesto quando chiedi grandi sforzi e se i clienti sanno di potersi fidare di te, lo daranno. Se non possono fidarsi di te, si tratterranno (senza dirtelo) per paura che tu possa estendere lo sforzo oltre ciò che hai detto che stavi chiedendo. Se non possono fidarsi di te, non puoi aiutarli.

Questa tecnica è la preferita di alcuni allenatori, sia che si tratti di chiedere un’altra ripetizione cinque volte di seguito o di intrufolarsi cinque secondi in più in un intervallo di lavoro. Di tanto in tanto, questo può essere un modo efficace per far credere ai clienti di poter superare i limiti. Questo approccio funzionerà, tuttavia, solo se spieghi perché hai fatto ciò che hai fatto in modo da convincere il cliente che era appropriato essere disonesto in quel momento. Ma usare questa tecnica su base continuativa eroderà la fiducia, che dovrebbe essere evitata a tutti i costi. La natura personale del rapporto formatore-cliente non può essere efficace senza fiducia.

5. Variare l’allenamento ad ogni sessione

Alcuni clienti vogliono solo che tu li prenda a calci in culo e, nell’interesse di farlo, molti allenatori prendono erroneamente come motivo di orgoglio il fatto che “non danno mai lo stesso allenamento due volte” o “cambiano le cose ogni singolo allenamento. ” Questo approccio è seriamente difettoso. Primo, se cambi costantemente le cose, nessuno migliorerà mai nulla. In prima elementare, i bambini imparano l’alfabeto ripetendolo più e più volte. Non lo imparano un giorno e non tornano mai più fino a un mese dopo. Fondamenti sani nel movimento significano che ci deve essere una certa ripetizione di movimenti e allenamenti.

In secondo luogo, Nick Tumminello, autore del libro di prossima uscita Strength Training for Fat Loss e proprietario della Performance University, spiega che “i clienti a volte imparano le lezioni che non sai di insegnare. E se modelli attraverso le tue sessioni di allenamento che la varietà costante è il segreto per alti livelli di fitness, potrebbero percepire che i tuoi servizi hanno meno valore quando ripeti invariabilmente un movimento che hai usato con loro in precedenza. Tumminello sottolinea anche che troppa varietà può avere l’effetto opposto a quanto previsto. “Variare gli allenamenti ogni volta toglie anche la qualità dell’allenamento, poiché devi dedicare più tempo ad allenare i movimenti quando il tuo cliente non ha familiarità con loro o deve ancora fare qualcosa di simile.”

Un approccio migliore, dice Tumminello, è “variare senza cambiare”. Ciò significa che puoi ancora eseguire una riga o uno squat, ad esempio, ma variare la posizione della mano o del piede. In questo modo, l’individuo esegue il modello di movimento familiare, ma lo fa in un modo nuovo. Ciò aggiunge una certa varietà, riducendo al contempo la necessità per il cliente di eseguire un’abilità di movimento completamente nuova.

Incartare

Sorprendi i tuoi clienti facendo cose inaspettate. Molte di queste tattiche che si ritorcono contro sono attributi dell’allenatore “stereotipico”. Non ho prodottioriginale.com mai incontrato un allenatore che vuole essere tipico o ordinario. Il mondo ha bisogno che tu sia eccellente e questo significa che non importa da quanto tempo fai quello che fai, esamini le cose per cercare metodi più efficaci. Ciò che funziona per una persona non funzionerà per un’altra e questo vale per tutti gli aspetti della progettazione e della consegna del programma di allenamento.

La stagione del college football è finita ed è stato incoronato il primo campione non-SEC da un po’ di tempo. Anche la stagione del calcio professionistico sarà finita figliolo e per quelli di noi che sono appassionati di calcio, inizieremo a guardare con impazienza al prossimo grande evento: la NFL Combine, dove i giocatori del college eseguono una serie di test estenuanti per vedere se hanno quello che serve per competere a livello professionale.

Giocare a calcio professionistico richiede forza, potenza, resistenza, agilità, rapidità e rapidità nel prendere decisioni. Queste abilità basate sul fitness possono migliorare la qualità generale della vita e non sono esclusive degli atleti professionisti.

Se stai cercando idee di programmazione divertenti e interattive per i tuoi clienti di personal training o partecipanti al fitness di gruppo, perché non organizzare le tue prove di calcio professionali nel tuo club o studio?

Quella che segue è una tabella di esercizi di condizionamento utilizzati da scout e allenatori di calcio professionisti per determinare il potenziale atletico di un potenziale giocatore. Sarebbe facile organizzare una “giornata di test” presso la tua struttura e far eseguire questi test ai membri o ai clienti (dopo un adeguato riscaldamento). Puoi registrare i loro risultati e confrontarli con atleti professionisti reali. È divertente da fare perché i tuoi membri possono vedere come si confrontano con alcuni dei migliori atleti del mondo.

Esercitazioni di prova del calcio professionale

Trapano

Descrizione

Cosa sta testando

Esercizi per migliorare le abilità

Scatto di 40 yard

Corri il più velocemente possibile per 40 iarde

Accelerazione e rapidità Velocità massima

Esercizi di forma in esecuzioneAllenamento di accelerazione di 5 e 10 yardSquat e stacchi con bilanciereIl potere del bilanciere pulisceResistito alla corsa con la slitta o il paracaduteCorsa in salita

Panca

Esegui quante più ripetizioni possibili con 225 libbre

Forza-resistenza della muscolatura della parte superiore del corpo

Panca con manubriPanca pesante con bilanciereRafforza gli stabilizzatori scapolari

Salto verticale

Un contromovimento: salta il più in alto possibile

Potenza esplosiva della parte inferiore del corpo

Squat pesanti con bilanciereIl potere del bilanciere pulisceLa scatola saltaSalti in profondità

salto in largo

Salto in lungo in piedi

Potenza esplosiva della parte inferiore del corpo

Squat pesanti con bilanciereIl potere del bilanciere pulisceSalti in avanti lineari

3 coni L trapano

Eseguire uno schema a “L”, effettuando rapidi cambi di direzione

Accelerazione, rapidità, agilità

Esercizi per la corsa della formaEsercizi di partenza/accelerazione da 5 yardEsercizi di velocità, agilità, rapidità (SAQ)Squat a gambe diviseStep-upAffondi lateraliIl potere del bilanciere pulisce

Navetta

Corri 5 iarde, gira di 180 gradi, corri 10 iarde, gira di 180 gradi e corri 5 iarde

Accelerazione, rapidità, agilità

Esercizi per la corsa della formaEsercizi di partenza/accelerazione da 5 yardEsercitazioni SAQIl potere del bilanciere pulisce

Quasi tutti questi test possono essere eseguiti dalla maggior parte dei partecipanti regolari all’esercizio. L’unica eccezione è la panca da 225 libbre, ma misurare il numero di flessioni in trenta secondi sarebbe un test accettabile di resistenza della parte superiore del corpo per i frequentatori di palestra medi. Molti di questi test richiedono una forma e una posizione del corpo specifiche o un’esecuzione ottimale, quindi semplicemente insegnare ai clienti la corretta meccanica del corpo può aiutarli a sperimentare miglioramenti significativi in ​​queste abilità.

Potresti anche sviluppare un programma di allenamento da quattro a sei settimane per migliorare le abilità dei tuoi clienti in questi test e poi testarli nuovamente per vedere come sono migliorati. Questo potrebbe essere un modo divertente per coinvolgere i tuoi clienti e aiutarli a sviluppare l’aderenza a un programma di fitness.

L’uso di test sul calcio professionistico potrebbe anche essere un modo per commercializzare l’allenamento personale per i membri esistenti dei club sanitari. La NFL Combine è in programma dal 22 al 25 febbraio 2014 ed è trasmessa in diretta da NFL Network. Impostare il test iniziale in modo che coincida con queste date ti darà l’opportunità di promuovere il fatto che i tuoi membri possono confrontare i loro risultati con i migliori atleti che escono dal college. Puoi offrire un programma di formazione in piccoli gruppi per tutto il mese di marzo e poi testare nuovamente tutti i partecipanti per mostrare i loro miglioramenti negli eventi specifici. (Per evitare problemi legali, è meglio usare il termine generico di “calcio professionistico” anziché qualsiasi termine o frase di proprietà e marchio registrato, come Super Bowl o NFL Combine).

Man mano che la spinta a mantenere i dipendenti sani e felici continua a crescere, le aziende stanno diventando più interessate agli allenamenti in loco per i propri dipendenti. Se ricordi dalla prima parte di questa serie in tre parti, ti ho chiesto di fare un inventario delle tue abilità. Come professionista del fitness, cosa puoi offrire a un’attività? Dopo aver determinato quali tipi di corsi puoi insegnare e quali tipi di formazione eccelli nell’offrire, è ora il momento di trovare aziende che apprezzeranno e trarranno vantaggio dai tuoi servizi.

La ricerca di attività commerciali nella tua città può essere ardua. Ecco alcuni suggerimenti su come navigare in questa attività.

Fai ricerche online. Se vivi in ​​una città o un distretto più piccolo, visita il loro sito web e cerca nella loro directory aziendale. Le aziende che si occupano di software, ingegneria, diritto, tecnologia, finanza e scienza sono più inclini ad avere i fondi per un programma di fitness, quindi seguili. Se vivi in ​​una città più grande, consulta la Camera di Commercio o le riviste di affari locali. Queste risorse forniranno informazioni approfondite sulle dimensioni di un’azienda e spesso elencheranno i nomi dei dirigenti, ovvero i decisori. Suggerisco di guardare alle aziende di medie dimensioni con non meno di 50 e non più di 100 dipendenti. So che 100 suona come molto, ma in realtà, un tasso di partecipazione del 10% all’inizio di un programma è davvero buono, quindi puoi pianificare di insegnare da cinque a dieci persone. Quando il programma cresce, puoi sempre assumere un altro trainer per co-insegnare con te.Partecipa a eventi di networking. I professionisti del fitness, per natura, tendono ad essere estroversi e socievoli, e questo ti aiuterà solo nella tua ricerca di nuovi affari. Le persone devono sapere cosa stai facendo e come può aiutare la loro attività. I gruppi di networking locali forniscono mixer e workshop settimanali che ti permetteranno di interagire nella scena professionale.Chiedi ai clienti attuali o ai membri delle tue classi di referenze. Queste persone sono le tue più grandi cheerleader: amano quello che fai e vogliono vederti di più! Se sei un istruttore di fitness di gruppo, fornisci una rapida spiegazione del tuo programma di fitness in loco alla fine della lezione. Tieni i biglietti da visita pronti da distribuire e chiedi loro di consegnarli al loro dipartimento delle risorse umane. Dovrai anche annotare il nome e il numero di telefono del responsabile delle risorse umane della loro azienda in modo da poter seguire.Approfitta dei social. LinkedIn è un altro strumento che può metterti in contatto con la persona giusta. Anche se non consiglio di provare a collegarti con qualcuno che non conosci dicendo che sei “amico” con loro, ti suggerisco di cercare questi punti vendita per nomi e titoli.